Archivi mensili: febbraio 2010 [f2010Sun, 28 Feb 2010 23:48:08 +000002pm282010 28pm28pm 28UTC11domenica48 pmSun, 28 Feb 2010 23:48:08 +00002010-02-28T23:48:08+00:001148v48 02UTC20848domenica48]

Il Toro messo in vendita dal Berluschino

Aldo Grasso sul Corriere Urbano Cairo ha deciso di mettere in vendita il Torino dopo un sondaggio commissionato per scandagliare gli umori dei tifosi. Che io sappia, non era mai successo nella storia del calcio. Un presidente, se ha le antenne, gli umori li sonda non facendo intervistare 300 girandoloni, ma capendo come il tifoso… Leggi tutto »

Stupidario olimpico invernale

Flavio Vanetti sul Corriere.it Però, udite udite, una medaglia d’oro l’abbiamo finalmente centrata. Gold medal and olympic champion, representing Italy: Giovanni Morzenti, presidente della Fisi. In quale disciplina: la gaffe. Speciale e gigante, qui le specialità sono unite. Tutto accade al parterre del fondo. Morzenti alla moglie, vedendo avvicinarsi Mario Pescante: “Cara, ti presento l’onorevole… Leggi tutto »

La truffa chiamata televoto

Una settimana fa probabilmente milioni di italiani sono stati truffati davanti a una televisione. Il trio di Emanuele Filiberto, Pupo e Luca Canonici stava per vincere il festival di Sanremo. I “misteri” della serata finale sono svelati dal quotidiano Avvenire, con i tabulati del televoto che la Rai si è rifiutata di diffondere. Dunque, alle… Leggi tutto »

Liberi di scegliere il proprio browser

Prende vita da Mozilla il progetto Opentochoice dedicato ai duecento milioni di navigatori su internet in Europa che dal primo marzo dovranno scegliere quale browser web utilizzare. Dopo anni di trattative, la Commissione europea ha infatti raggiunto un accordo con Microsoft che prevede l’impegno da parte dell’azienda di Redmond di non implementare piu’ Internet Explorer… Leggi tutto »

La storia di un libro sugli Olivetti

La storia di un libro sugli Olivetti

Quando ero piccolo sentivo parlare da tutti dell’Olivetti ma ne capivo poco. Stavo crescendo in una landa dell’Italia, il Canavese, in cui il lavoro, l’etica, il pensiero, le colonie e le mense aziendali erano permeati di Olivetti e di macchine da scrivere. Ero troppo piccolo per leggerlo, ma trovai nella biblioteca civica dell’amata Villareggia un… Leggi tutto »