Vittorio Pasteris

Parole Fatti Pensieri

header


Anteprima Digit venerdì 27 marzo 2015 a Prato

* 24 marzo, 2015 * Media * 0 commenti

Dal sito Digit

Venerdì 27 marzo 2015 anteprima #digit15 alla Camera di Commercio di Prato. L’incontroprevisto per le 10 della mattina è stato convocato dagli organizzatori della manifestazione (che poi come forse saprete siamo noi di Lsdi) per parlare del programma della prossima edizione del festival del giornalismo digitale.

A margine dell’incontro, per scaldare i motori in vista del prossimo settembre, si svolgerà ilprimo workshop della nuova edizione della manifestazione. Proveremo a ragionare di “influencer e giornalismo” assieme al giornalista e comunicatore Daniele Chieffi autore di alcuni libri sui temi della comunicazione e dell’informazione digitale in cui teorizza in modo molto preciso chi sono e come agiscono gli “influencers” e direttore della nuova collana editoria di Franco Angeli “Neo” per la quale l’altro ospite di digit15 del 27 marzo prossimo: Piero Tagliapietra ha recentemente scritto il libro : << Leader digitali. Dall’analisi dell’influenza online all’influencer management >>.

* Tag:,

Paris in motion

* 16 marzo, 2015 * Mondo * 0 commenti

* Tag:

In rettifica all’articolo di questo blog del giorno 11 novembre 2013

* 16 marzo, 2015 * Personale * 0 commenti

In rettifica all’articolo citato
Nell’articolo pubblicato sul mio blog l’11 novembre 2013 dal titolo  “Master in giornalismo: a pensare male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca”, ho espresso giudizi avventati che intendo invece dover modificare nel massimo rispetto per l’Università di Torino e per il Master di Giornalismo.
In particolare, avevo espresso la mia opinione circa il fatto che sia nel 2012 sia nel 2013 le graduatorie fossero state concepite senza seguire criteri formali ma in modo da favorire alcune persone rispetto ad altre, valutazione che intendo oggi non confermare e correggere, non essendoci per parte mia alcunché da eccepire circa i prescelti per i tutoraggi, né rispetto alle loro competenze né per altre eventuali cariche o ruoli.

Continua la lettura »

*

Riconciliarsi con Torino e con il Piemonte

* 12 marzo, 2015 * Personale * 0 commenti

In questi anni purtroppo ho avuto molti contrasti con porzioni di torino e del piemonte.
Penso sia ora di riconciliarsi con la mia città e con la mia regione in toto per riprendere a camminare insieme.

* Tag:,

Facebook parte con le pulizie di Primavera: problemoni per chi ha comprato like in giro

* 7 marzo, 2015 * Economia, Internet, Media * 0 commenti

Facebook rimuoverà gli account inattivi dalle fanpage a partire dal 12 marzo che potebbe ridurre il numero di fan da molte pagine e far crollare i like delle pagine che hanno acquisito fan un tanto al chilo

Per far sì che il bacino utenti sia più significativo e importante per il business, stiamo aggiorando il modo in cui vengono contati i like ottenuti dalle pagine fan, rimuovendo account che sono stati disattivati o che non sono più attivi. In questo modo, chi fa business, può esser certo che gli utenti che seguono la pagina lo fanno in modo effettivo.
Allo stesso tempo , l’azienda mira a rendere i risultati di business coerenti con le esperienze dei singoli utenti. Facebook ha detto che elimina già dalle pagine fan  i  mi piace e i commenti generati dagli account disattivati  o inattivi.

* Tag:,

Il nuovo regolamento della formazione dell’ordine dei giornalisti

* 2 marzo, 2015 * Pensieri * 0 commenti

* Tag:

Internet è un bene primario: gli Usa approvano la net neutrality

* 26 febbraio, 2015 * Diritti, Economia, Internet * 0 commenti

La Federal Communications Commission (Fcc), agenzia che regola le comunicazioni negli Stati Uniti, ha approvato le nuove regole della net neutrality, dopo un dibattito pubblico durato alcuni mesi, nel quale è intervenuto anche il presidente Obama. In base alle regole, non si potrà creare un rete a due velocità per i provider e i fornitori di servizi disposti a pagare di più. La net neutrality è stata sostenuta dalla Casa Bianca e dai grandi gruppi tecnologici americani (tra cui Amazon, Google, Facebook), mentre era stata attaccata dai provider di servizi come Verizon, Comcast, At&t. Le nuove regole vietano ai provider di offrire a pagamento una maggiore velocità di internet.

Il web viene considerato come un’utility pubblica ovvero un bene primario. La misura, sostenuta dall’amministrazione Obama, che ha difeso il principio della neutralità di Internet  è passata con tre voti a favore  e due contro.

* Tag:

Ogni euro speso per la tav in Piemonte è un euro sottratto alla sanità

* 19 febbraio, 2015 * Personale * 0 commenti

* Tag:,