Romania: vince Basescu, l’opposizione denuncia brogli

Di   8 Dicembre 2009
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Via repubblica.it

I sondaggi indicavano il suo avversario in grande vantaggio, gli exit poll di ieri sera lo davano sconfitto per poco, e invece lo spoglio delle schede per le elezioni presidenziali in Romania ha consegnato la vittoria al presidente uscente Traian Basescu. Non ci sta l’opposizione socialdemocratica di Mircea Geoana, che ha denunciato “massicci brogli” al ballottaggio e presenterà ricorso alla Corte costituzionale.

La vittoria di Basescu è stata risicata. Il leader del Partito democratico-liberale (centrodestra) è stato proclamato vincitore con il 50,37%. Lo sfidante socialdemocratico, Mircea Geoana, ha raggiunto il 49,63%. Ieri sera alla chiusura delle urne entrambi i candidati avevano rivendicato la vittoria.

Secondo i socialdemocratici, nello spoglio delle schede ci sarebbero stati dei brogli tali da invalidare il voto. Nella sua prima apparizione pubblica dopo l’annuncio dei risultati ufficiali, Geoana ha annunciato che il suo partito presenterà ricorso alla Corte costituzionale. “L’obbligo di rispettare la fiducia che ci hanno accordato cinque milioni di romeni ci porta alla conclusione naturale, democratica e necessaria, di contestare il risultato davanti alla Corte costituzionale”, ha detto. “Non possiamo rimanere impassibili di fronte a così tanti indizi su voti comprati, turismo elettorale e voto multiplo da parte di singoli elettori”, ha spiegato.

Non è dello stesso avviso l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (Osce), secondo la quale il voto è stato “generalmente regolare”. Vadim Zhdanovich, capo della missione Osce in Romania, ha affermato che “il secondo turno delle presidenziali in Romania è conforme al giudizio iniziale, secondo cui queste elezioni si sono svolte in maniera generalmente conforme agli standard dell’Osce”. Zhdanovich ha tuttavia invitato le autorità nazionali a indagare sulle accuse di “irregolarità” mosse dal fronte dei socialdemocratici. Il Ministero degli Interni ha comunicato due fermi in 24 ore per tentativi di voto multiplo e offerte di omaggi elettorali. In totale, sono stati riscontrati 194 reati e inflitte 269 sanzioni.