Torino: salta Cioccolatò

Di   26 Gennaio 2010
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Via repubblica.it

Scaduta nel 2009 la gestione all´associazione Articiok, il Comune non ha ancora fatto il nuovo bando. E poi si è aggiunto anche il problema piazza Vittorio. Il 20 febbraio iniziano i lavori di restyling e le esedre saranno occupate dal cantiere per rinnovare l´arredo urbano. È vero, l´intervento si sarebbe potuto far slittare a dopo il 3 marzo. Ma a Palazzo Civico, viste le tensioni con i residenti di piazza Vittorio insofferenti alla movida e ai numerosi eventi che si susseguono davanti a casa, hanno deciso di lasciare perdere. Rivediamo il modello, tempi e luoghi.

CioccolaTò era però diventato uno degli appuntamenti clou sotto la Mole, ormai radicato, da prima delle Olimpiadi, difeso con i denti dall´ex assessore Elda Tessore quando i patron di Eurochocolate decisero di abbandonare Torino per altri lidi. E all´assessore al Commercio, Alessandro Altamura, sono arrivate le prime lamentele di operatori e negozianti. «Noi non possiamo far nulla – spiega Giancarlo Quagliotti, presidente di Articiok – la convenzione è scaduta, stiamo aspettando il bando per ripresentare l´offerta. Credo parteciperanno anche altri. Il Comune dice che al più presto uscirà la gara. Ed anche se si volesse mettere in piedi all´ultimo la rassegna i tempi sarebbero troppo stretti per contattare tutte le grandi aziende e non avremo l´area». A Palazzo Civico si è pensato di far slittare l´evento in un altro periodo, magari autunno inoltrato, in uno spazio diverso, non centrale, tipo PalaIsozaki, per placare del tutto le ire dei residenti. Ma si tratta solo di ipotesi, in attesa di vedere le risposte al nuovo bando.