Oscar 2010: trionfa The Hurt Locker, delusione per Avatar

Di   8 Marzo 2010
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

The Hurt Locker ha vinto l’Oscar come miglior film e in totale sei statuine complessive sbaragliando Avatar vincitore di solo tre Academy Award tra cui quello ovvio per gli effetti speciali. Kathryn Bigelow è la prima donna a vincere l’Oscar come miglior regista sempre per The Hurt Locker insieme a Paul N.J. Ottosson per il miglior montaggio sonoro, Paul N.J. Ottosson and Ray Beckett per il miglior suono, Mark Boal per la miglior sceneggiatura originale, Bob Murawski e Chris Innis per il miglior montaggio.

Jeff Bridges ha vinto l’Oscar come miglior attore per Crazy Heart. Sandra Bullock ha vinto l’Oscar come miglior attrice per The blind side. Christoph Waltz ha vinto il premio come miglior attore non protagonista per Bastardi senza gloria. Up ha vinto il premio come miglior film d’animazione. Il film argentino El Secreto de Sus Ojos di Juan Josè Campanella ha vinto il premio per il miglior film straniero. Altro Oscar per Avatar, per la miglior scenografia di Rick Carter, Robert Stromberg e Kim Sinclair. La terza statuetta per il film di Cameron va all’italiano Mauro Fiore che ha vinto l’Oscar per la miglior fotografia .  Mauro Fiore, nato in Calabria, si è trasferito negli Stati Uniti a sette anni, vivendo a Chicago. I genitori sono tornati in Italia, mentre lui decise di restare negli States per seguire una vincente carriera ad Hollywood. L’italoamericano Michael Giacchino ha vinto l’Oscar per la miglior colonna sonora in Up.