And the winner is ….

Di   16 Ottobre 2007
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Via Corriere.it

Conclusa la prima edizione del Blog Award di Urbino. Un festival che celebra lo strumento blog e il web. La cerimonia di premiazione ha concluso un week-end a tema internet a cui hanno partecipato sia gli studenti che blogger provenienti da tutta Italia. La due giorni è stata organizzata dal corso di laurea in Scienze della Comunicazione dall’Università di Urbino che si interessa del web sia attraverso il laboratorio di web 2.0 che attraverso il workshop «Conversazioni dal basso» che ha svolto il ruolo di incubatore per questo primo festival dei blog.

Nelle settimane precedenti, gli organizzatori hanno raccolto numerose segnalazioni attraverso il wiki ufficiale, permettendo a chiunque di esprimere un voto di stima a un blog per ognuna delle cinque categorie: giovani, intrattenimento, giornalismo, politica e marketing. Una volta raccolte le nomine, è stato però un comitato scientifico, composto da professori universitari ed esperti di rete, a decidere i vincitori; in palio per tutti c’era Nabaztag, un gadget tecnologico che si collega alla rete senza fili. Per la categoria giornalismo ha ritirato il primo premio Antonio Sofi per il suo Webgol, un blog che riflette sulla realtà dell’informazione italiana, con approfondimenti che stimolano sempre l’interesse dei lettori. Per la categoria marketing, ha vinto Ninjamarketing fondato da Alex Giordano e Mirko Pallera che porta esempi di marketing non convenzionale e delle nuove strategie intraprese dalle aziende più innovative, mentre la categoria politica è stata rappresentata da Decidiamo Insieme . Per quanto riguarda l’intrattenimento, categoria più varia e affollata, il premio finale è stato ottenuto dal blog Nonsolomamma , un divertente sguardo sulla vita in famiglia. Infine, tra i blogger promettenti, sono arrivati a pari merito due giovani: Le Gatte di Via Plinio e Salvatore Aranzulla.