Zar Putin e la sua corte dei miracoli

Di   4 Marzo 2008
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Via Sole 24 Ore

L’illusione che la Russia potesse diventare un Paese normale l’ha divorata l’inflazione stellare del ’92, l’ha tritata il voto-truffa per eleggere Eltsin del ’96, l’ha dilaniata il collasso finanziario del ’98. Ecco perché non c’è domanda democratica”. Grigorij Javlinskij, 56 anni, la Cassandra del liberalismo russo, a lungo coccolato dai riformisti d’Europa, spiega così il disinteresse popolare nel corso della campagna elettorale e le piccole scosse del giorno dopo il voto. La “voglia di democrazia” per replicare alla farsa che manda al Cremlino, con il 70,2% dei voti, Dmitrij Medvedev (17,8 al comunista Zjuganov, 9,4 al nazionalista Zhirinovskij, 1,3 all’indipendente Bogdanov) non si è concretizzata in oceaniche dimostrazioni di giovani arrabbiati.

Vladimir Putin ha vinto le elezioni … oops  Medvedev ha vinto le elezioni … e Berlusconi sentenzia

Putin e’ un uomo liberale. Sono sicuro che sta facendo il bene della federazione russa e penso che l’Europa debba mantenere un rapporto di cordialita’ e di collaborazione con la Russia