Regalare beneficenza coi soldi degli altri

Di   23 Dicembre 2009
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Via disconnessi.org

Già, sembra essere diventata la moda dei nostri tempi. Mi spiego meglio: “Quest’anno abbiamo deciso di regalarti il sostegno ai bambini poveri dell’Africa”
“Per questo Natale abbiamo deciso di dare da mangiare ai bisognosi”
Premetto che sono ovviamente a favore di molte iniziative benefiche, volte a tentare di migliorare le condizioni di vita delle persone.
Quello che trovo terribile è:
1. Che ci si faccia pubblicità sventagliando la buona azione al mondo. Non c’è bisogno di farlo sapere agli altri. Il bene che fai con un’azione non è una forma di pubblicità o un modo per far sapere agli altri quanto sei bravo!
Fallo e basta! La beneficenza è importante per chi la riceve, non per quelli a cui lo dici.
2. Che dici di avermi fatto un regalo quando non è vero. Se non hai i soldi per farmi il regalo, mi dici: “Guarda, quest’anno non ho soldi per fare beneficenza e regali, per cui farò solo beneficenza”. Allora così lo trovo un gesto apprezzabile!
Altrimenti fai SIA beneficenza CHE regali, oppure FAI SOLO BENEFICENZA, ma non farti pubblicità in giro!

La vergogna di tutto questo si presenta in innumerevoli esempi: Matrimonio. “Abbiamo deciso di devolvere in beneficenza i soldi destinati alle bomboniere”. Bravi, bel gesto. E il viaggio di nozze no? Ah già, quello è vostro, le bomboniere invece no… Buon natale!