Rai News (24) oscurata dallo switch off del digitale terrestre lombardo

Di   18 Maggio 2010
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Via Blitzquotidiano, La testata è diventata semplicemente Rai News

“Rainews informa che da questa mattina gli utenti non ci trovano più al Canale 42 della piattaforma digitale terrestre: ci scusiamo con gli utenti, faremo di tutto per comprendere le ragioni di questo oscuramento e di porvi rimedio”. Corradino Mineo, direttore di Rainews, commenta così la scomparsa di Rainews canale 42 della piattaforma del digitale terrestre e dal canale 506 della piattaforma Sky.

Mineo sottolinea come le “centinaia di mail pervenute al nostro sito e altrettante telefonate testimoniano che, in realtà, molti spettatori non riescono più in alcun modo a sintonizzarsi sul nostro Canale”. Da oggi il canale non si chiama più Rainews24 ma solo Rainews e che, per omologare l’intera offerta aziendale, “la Direzione Generale ha deciso di spostare il logo in alto a destra dello schermo. Il logo, purtroppo, risulta poco leggibile, mentre la nuova grafica impedisce, per il momento, di mandare in onda i flash, strumento indispensabile per una all news. Anche di questo ci scusiamo con gli utenti”, conclude Mineo.

Rainews “é strategica nell’offerta digitale della Rai, per questo è passata sul multiplex di Raiuno, Raidue e Raitre, operazione che nelle aree all digital richiede però una risintonizzazione dei decoder e dei televisori integrati”. E’ una nota dell’azienda a spiegare i cambiamenti del canale diretto da Mineo. “La Rai – si legge nella nota di Viale Mazzini – conferma il ruolo strategico di Rainews nell’ambito della propria offerta sul digitale terrestre. Infatti, in occasione dello switch over in Lombardia, Piemonte orientale e nelle province di Parma e Piacenza, ha ricollocato il canale dal multiplex 3 al multiplex 1 – accanto a Rai1, Rai 2 e Rai 3 – garantendo in questo modo una maggiore copertura di popolazione rispetto al passato”