All’Alitalia qualcosa chiudono: i blog dei dipendenti

Di   14 Agosto 2008
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

La storia che state per leggere dimostra una serie di cose: che l’Alitalia è un carrozzone spaventoso, che qualcuno anche all’interno ha cercato di raccontare le storie, i disastri e lo spreco dell’azienda e che le aziende italiane non sopportano le critiche men che meno se arrivano da dipendenti anche se anonimi.

Andiamo ai fatti. Un dipendente Alitalia si è aperto da tempo un blog intitolato AviatorAZ che ieri e oggi è stato segnalato da diversi giornali e siti web con tanto di fotogallery.

Via Repubblica
Frigoriferi e bagni fuori uso, piatti mancanti, divise lacerate e persino una ruota sprovvista di una sorta di dispositivo che dovrebbe impedire agli spruzzi di acqua di raggiungere il motore dell’aereo. C’è questo e altro nel blog di un assistente di volo dell’Alitalia, che documenta, con foto e cronache dettagliate dei suoi viaggi, tutte le criticità della compagnia di bandiera.

Via Lastampa.it
Sciatteria. Sembra svolgersi sotto il segno zodiacale della Sciatteria la gestione quotidiana di Alitalia e dei suoi aerei, per come la vive e la vede uno steward abituato a volarci di giorno e di notte. C’è, per esempio, il buco nella divisa che la compagnia non provvede a riparare; ci sono il frigo rotto, il Wc sganciato dai suoi supporti, l’assistenza ai disabili che non funziona, il pasto che per sbadataggine non è stato imbarcato, le posate a bordo sono poche e vanno rilavate in continuazione…

Bene a questo punto qualcuno in azienda si deve essere preoccupato di andare subito a cercare il pericoloso blogger interno invece dei mostruosi problemi aziendali.

E allora il blogger – steward si è impaurito e ha rinunciato a continuare la sua storia forse non proprio volontariamente , passando la gestione del blog ad altri