Le guardie svizzere marciano su Famiglia Cristiana

Via Corriere.it

Il giorno dopo la «bufera» arrivano le precisazioni. Il Vaticano prende le distanze da «Famiglia Cristiana» e dai suoi scontri con il governo avvenuti quando il settimanale cattolico ha paventato il rischio, con alcune decisioni di questo governo, di un ritorno del fascismo in Italia.

Il direttore della Sala Stampa vaticana, padre Federico Lombardi, ha precisato che il settimanale dei Paolini «non ha titolo per esprimere né la linea della Santa Sede né quella della Conferenza episcopale italiana». «Il settimanale “Famiglia Cristiana” – ha poi aggiunto padre Lombardi – è una testata importante della realtà cattolica. Le sue posizioni però sono esclusivamente responsabilità della sua direzione».