Notizia da verificare: i clandestini morti in Abruzzo

Di   11 Aprile 2009
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Gira in rete  insieme ad questo video una informazione inquietante sui morti del terremoto

Gli scantinati e i seminterrati del 90% del centro storico erano stati affittati. In nero. Dentro c’erano clandestini, immigrati, extracomunitari, come italiani qualsiasi. Spesso ammassati. Ci sono ancora. Centinaia di persone che non risultano all’anagrafe, che non compaiono nelle liste dei dispersi, che non esistono. I proprietari delle case che si sono messi in salvo non ne denunciano la presenza. Non gli conviene. Nessuno li cerca. Nessuno li piange. 

Se qualcuno può confermare o smentire la notizia o fornire maggiori dati siamo a disposizione.

Non richiede conferme (e neppure commenti)  la notizia secondo cui ad Albissola (SV) non è possibile fare riprese del Consiglio Comunale.

Dopo un’altra ventina di minuti, intorno alle 22 è accaduto quello che credevo possibile solo nei regimi sudamericani!!!! Sono entrati nell’aula del consiglio due carabinieri che dopo avermi chiesto i documenti mi hanno letteralmente intimato di seguirli giù in strada per essere identificato!

Molte persone del pubblico ci hanno seguito giù in strada, qualcuno dei presenti ha anche provato a riprendere quello che stava accadendo ma gli è stato intimato di “interrompere immediatamente le riprese dell’operazione di polizia” onde “evitare conseguenze molto gravi” in virtù dell’articolo 650 del codice penale! Poi hanno voluto identificare anche lui!

Dopo pochi minuti è arrivata un’altra pattuglia dei carabinieri…un totale di 2 pattuglie e circa 7/8 carabinieri!!! Mi è stato intimato di “cancellare immediatamente tutte le riprese” o mi avrebbero “sequestrato la videocamera per accertamenti tecnici”!!! Nessuno mi ha spiegato perché o in base a quale legge fossi stato condotto fuori dall’aula del consiglio e per quale motivo volevano procedere al sequestro della videocamera!