Il Grande Pesce Pilota e le sue avventure nella supposta Ipad economia

Di   16 Novembre 2010
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Via Vittorio Zambardino (il saggio)

Pare che Rupert Murdoch ovvero il Grande Pesce Pilota (stava per venirmi Pesce Pilato ma quella è un altra storia) degli editori di tutto il mondo abbia scoperto che le vendite dei giornali su iPad danneggiano quelle su carta.

Perché, si aspettava che fossero i lettori internet a marciare placidamente dal free al fee, dal gratis al pagamento e adottare questa nuova solare tecnologia? E’ del tutto intuitivo che quello dell’iPad è un mercato di sostituzione, in cui i lettori cartacei diventano, pagando, lettori elettronici (per i lettori del web bisognerà badare a non impoverire il prodotto e forse, anzi di certo, a riprendere le operazioni web-based sul modello di business del web e secondo un modello di professione giornalistica anni luce dall’attuale, vigente e vincente. Come dite? Chris Anderson, la morte del web, quelle cose là? Sentite, qui siamo gente seria, parliamo di cose serie, non di bullshit di marketing).

E se qualcun altro ci aveva creduto, peggio per lui (ve li ricordate i titoli che annunciavano il sorgere della nuova epoca del giornalismo contemporaneo?). Qui per la verità si era detto per tempo, ma io non ho simpatia per quelli che l’avevano detto, e poi non ci voleva molto.