Le vittime italiane del Panda di Google

Di   21 Agosto 2011
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Via Kawakumi

Per chi non lo sapesse Panda è l’update dell’algoritmo di Google che si “propone” di penalizzare i siti con contenuti di scarsa qualità e/o poco originali, zeppi di link, etc a favore invece dei siti con contenuto editoriale aggiornato periodicamente in maniera qualitativamente elevata. Per questo motivo è stato subito ribattezzato “anti content farm”.

Il tanto temuto Panda, dopo aver fatto “danni” (ma anche “regali”) in giro per il mondo, è arrivato anche in Italia qualche mese fa.

Searchmetrics, società tedesca che si occupa di search analytics e che sta seguendo l’evoluzione della “Panda Story”, ha finalmente pubblicato i dati relativi ai siti che “vincono e perdono” grazie all’arrivo di Panda in Italia.

Tra i siti penalizzati dall’algoritmo con l’occhio nero troviamo colossi della “nuova editoria online” come Liquida, Wikio, Fanpage oltre ad altri portali e blog tematici (molti dei quali facenti comunque capo a network di nanopublishing).