L’impennata dei prezzi degli hard disk e l’alluvione in Thailandia

Di   27 Novembre 2011
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Via Zeus News

Grafico andamento prezzi

Sono in pochi a sapere che più del 30% dei centri di produzione di hard disk è situato in Thailandia, principalmente nelle zone colpite dall’alluvione dello scorso ottobre.

L’impossibilità di produrre nuovi hard disk, oltre alle ingenti perdite in termini di fatturato per le aziende (Toshiba e Western Digital in primis), ha causato un vertiginoso aumento dei prezzi.

Se gli hard disk da 2 Terabyte hanno registrato un incremento dell’80% del prezzo originario, quelli da 1 Terabyte (sia da 2,5 pollici, sia da 3,5 pollici) toccano oggi punte del 180%.

Gli analisti stimano che la produzione di hard disk potrà riprendere a pieno ritmo solo nei primi mesi del 2012. Per questo motivo, è lecito aspettarsi un rincaro del prezzo di tutti i computer (portatili e desktop) nel prossimo trimestre.