Cari Grillo, Casaleggio e M5S ora dovete fermarvi, ragionare e cambiare per lo meno tattica

Di   29 Marzo 2013
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

5-stelleVia Il Fatto Quotidiano:

Caro Beppe Grillo, caro Gian Roberto Casaleggio e cari simpatizzanti del Movimento 5 Stelle. Il vostro operato ha fatto tantissimo per ridare dignità a questo paese. Siete partiti da soli e nonostante foste presi per i fondelli avete avuto la testardaggine di lottare per cambiare le cose in questo paese di farisei e mezze persone. Avete preso le vostre responsabilità, avete lottato contro le partitocrazie e contro gli inciuci, avete insegnato a chi non ci credeva il potere delle idee e della Rete. Avete risvegliato dal torpore le persone che avevano voglia di spendersi per un’Italia migliore. Avete quasi vinto le elezioni ottenendo un risultato che non si era mai visto in questo paese.

Intorno al pensiero e ai principi del vostro Movimento si sono aggregati prima quelli che aderivano a questo per ragioni razionali, etiche, morali, civiche, poi, soprattutto in questo periodo quelli che ci hanno aderitito più di stomaco, che spinti dalla crisi vedevano nel M5S una risoluzione alla crisi morale, ma anche economica che sta continuando a distruggere posti di lavoro e ad affamare le famiglie.

Per questo varrebbe la pena che vi prendiate del tempo per definire se non una strategia una tattica diversa, per riuscire a costruire un Governo di belle persone, visto come stanno messi gli altri ve le permetterebbero di scegliere in buona parte, per traghettare l’Italia verso una una nuova legge elettorale e verso una serie di iniziali riforme che potrebbero essere migliorate nella legislature successiva. Se riuscite a ragionarci su e a cambiare tattica, l’Italia ve ne sarà grata e avrete diomostrato che siete un cambiamento e un Movimento rivoluzionario e orientato ai cittadini. L’Italia di questo vi ripagherà alle prossime elezioni, se no rischiate di essere una bella avventura che rischia di spiralizzarsi inutilmente, favorendo tra l’altro il re degli inciuci: sempre Berlusconi, che finalmente potrebbe essere spedito dove merita. Avete una grande occasione. Pensateci