Consegnata la petizione per richiedere che il Comune di Torino si costituisca parte civile contro Amiat

Di   7 Dicembre 2010
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Via Comune Torino

Il presidente del Consiglio comunale Beppe Castronovo ha ricevuto oggi da Raphael Rossi una petizione popolare sulla vicenda AMIAT. La petizione, intitolata “Non lasciamo soli gli onesti” e raccolta attraverso adesioni on line dal giornale “Il fatto quotidiano”, è stata sottoscritta da 44.554 cittadini, di cui circa 5000 torinesi.
Infatti il prossimo 13 dicembre inizierà a Torino il processo per corruzione contro l’ex presidente dell’AMIAT Giordano. La petizione chiede al Comune di Torino: 1) che si costituisca parte civile nel processo; 2)che ne sostenga le spese legali; 3) che ringrazi pubblicamente Raphael Rossi, già rappresentante del Comune di Torino nel Consiglio di amministrazione AMIAT.
La vicenda è diventata ampiamente conosciuta dopo l’intervista allo stesso Rossi nel corso della recente trasmissione di RAI 3 “Report”, a cura di Milena Gabanelli.
Peraltro, lo scorso 29 novembre il Consiglio comunale aveva approvato all’unanimità una mozione, con la quale cui si impegnava la Giunta ad intervenire presso l’AMIAT affinché si costituisca parte civile nei confronti di tutti gli imputati e a promuovere la costituzione di parte civile della Città come segno tangibile a seguito delle indicazioni espresse dall’ANCI per il rafforzamento della legalità.