Chiesti 16 anni per i dirigenti della Thyssen

Di   14 Dicembre 2010
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Via Futura

Si aspettavano pene più severe i familiari delle vittime della Thyssenkrupp. Contestano le richieste formulate oggi dal pm Raffaele Guariniello durante il processo per il rogo dell’acciaieria tedesca che il 6 dicembre 2007 uccise sette operai: 16 anni e mezzo per omicidio volontario con dolo eventuale all’amministratore delegato Harald Espenhahn; 13 anni e 6 mesi per omicidio colposo a Marco Pucci, Gerald Priegnitz, Raffaele Salerno e Cosimo Cafueri; 9 anni a Daniele Moroni. Tra le parti civili c’è anche la Regione Piemonte che ha chiesto un risarcimento di sei milioni di euro.

Sul banco degli imputati non solo i dirigenti ma anche la società Thyssenkrupp in qualità di persona giuridica: la procura chiede 1 milione e mezzo di euro a titolo di sanzione, l’esclusione da agevolazioni e sussidi nonché la revoca di quelli in corso, il divieto di pubblicizzare i propri prodotti per un anno e la pubblicazione per intero della sentenza su giornali di risonanza internazionale.