Archivi categoria: Personale

Obituary: Marino Caldera

Quando ero piccolo piccolo e tu più grande per me eri un mito, l’artista geniale di famiglia. Quando prendevi in mano una matita o un pennello era uno spettacolo. Eri il nostro Leonardo, il nosto Dalì. Partivi a tracciare linee, curve, panorami, persone e nature più o meno morte in un modo che noi comuni… Leggi tutto »

Una brutta riforma del copyright in Europa

Via Wired Purtroppo hanno prevalso le visioni più conservatrici, più orientate ad ascoltare le richieste di editori e produttori discografici e cinematografici che non quelle della società civile, del mondo accademico e di realtà importanti come Wikipedia. Cosa non va in questa riforma La riforma vuole regolare due problemi in particolare: il controllo sulla circolazione… Leggi tutto »

Africa Express e il Fatto Quotidiano

E’ cominciata da qualche giorno la collaborazione tra il Fatto Quotidiano e il quotidiano online Africa ExPress (www.africa-express.info). In realtà il rapporto di cooperazione è iniziato in sordina alcuni mesi fa ma ora prende corpo ufficialmente questo comune spazio virtuale. Africa ExPress tratta, da più di un lustro, i problemi del continente nel quale lavoro… Leggi tutto »

#openinpgi I conti dell’INPGI secondo la Corte dei Conti

La relazione della Corte dei Conti sull’esito del controllo sulla gestione finanziaria 2015 dell’INPGI evidenzia alcune problematicità in ordine alla sostenibilità dei conti dell’Istituto. Secondo la Corte, il “grave stato di crisi occupazionale del settore dell’editoria” comporta inevitabili ed immediati impatti sulla gestione previdenziale, creando squilibrio nel rapporto tra entrate contributive ed uscite per prestazioni…. Leggi tutto »

L’audizione di Mark Zuckerberg alla commissione congiunta Giustizia e Commercio del Senato Usa

“Mi dispiace” Cosi’ Mark Zuckerberg ha apperto con le sue scuse il’audizione alla commissione congiunta Giustizia e Commercio del Senato Usa. “E’ stato chiaramente un errore credere a Cambridge Analytica quando dissero che avevano smesso di utilizzare impropriamente i dati degli utenti. non avremmo dovuto fidarci soltanto della loro parola”. Nel frattempo però i casi… Leggi tutto »