E’ nata la Fondazione dell’Ordine dei Giornalisti della Toscana

Di   10 Mar 2018
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS
Con l’obiettivo di tutelare e valorizzare la figura del giornalista, promuovendo ogni iniziativa volta a migliorare la sua formazione, i percorsi di accesso alla professione e il lavoro quotidiano è stata creata la nuova Fondazione dell’Ordine dei Giornalisti della Toscana.
Compito principale della nuova Fondazione dell’Ordine dei Giornalisti della Toscana è quello di promuovere la formazione di qualità e l’aggiornamento professionale dei giornalisti toscani.

Per farlo la Fondazione potrà avvalersi della collaborazione di enti terzi e istituzioni, a cominciare dalle Università toscane.  L’impegno nel settore della formazione non riguarderà soltanto il percorso obbligatorio per l’acquisizione di crediti, ma anche la realizzazione di corsi di alta specializzazione: l’obiettivo è migliorare sia le conoscenze di chi accede alla professione del giornalismo sia le competenze dei giornalisti già in attività.
Oltre alla formazione, tra i compiti principali della Fondazione Ordine dei Giornalisti della Toscana è previsto anche il sostegno alla professione, sotto vari aspetti.  Nello Statuto infatti vengono elencate attività come:
– promozione e realizzazione di iniziative editoriali;
– promozione della conoscenza di modalita? di accesso a fondi pubblici e misure di agevolazione e incentivo all’imprenditorialita? in campo giornalistico;
– organizzazione di servizi per i professionisti.
– promozione e finanziamento di studi, convegni, seminari e iniziative di studio e confronto con altre realta? nell’ambito delle discipline connesse alla professione.
La Fondazione Ordine dei Giornalisti della Toscana ha sede presso gli uffici di Odg Toscana, in vicolo de Malaspini, 1 a Firenze.
Il Comitato direttivo è formato da: Carlo Bartoli, Silvia Motroni, Luigi Caroppo, Omero Cambi, Paolo Mori, Nicola Novelli e Federica Sali e avrà il compito di fissare le linee guida dell’attività, gestire il lavoro e approvare i bilanci.