Matrimonio Nokia – Microsoft: Symbian bye bye ?

Il comunicato stampa : in borsa Nokia ha perso il 10% in una mattinata …

Today in London, our two companies announced plans for a broad strategic partnership that combines the respective strengths of our companies and builds a new global mobile ecosystem. The partnership increases our scale, which will result in significant benefits for consumers, developers, mobile operators and businesses around the world. We both are incredibly excited about the journey we are on together.

While the specific details of the deal are being worked out, here’s a quick summary of what we are working towards:

Leggi tutto

Un mondo sempre più mobile e più smart (phone)

Via Gartner Worldwide mobile phone sales to end users totaled 417 million units in the third quarter of 2010, a 35 percent increase from the third quarter of 2009, according to Gartner, Inc. Smartphone sales grew 96 percent from the third quarter last year, and smartphones accounted for 19.3 percent of overall mobile phone sales … Leggi tutto

MyGrid: quando servono le batterie cariche

duracell mygrid test drive 1Un po’ di tempo fa abbiamo ricevuto gentilmente una confezione sontuosa che conteneva il nuovo prodotto – concetto di Duracell per ricaricare le batterie dei diversi device che vivono con noi la vita nomade. Si chiama Mygrid ed è un sistema integrato che permette di ricaricare fino a quattro dispositivi contemporaneamente.

L’idea è ottima soprattutto per gli utilizzatori “forti” di elettronica nomade che portano appresso più di un telefono o di un lettore di musica. Può anche servire per le famiglie per evitare che le prese multiple di casa si trasformino in un intricatissimo groviglio di cavi. Ottimo anche in azienda per diventare la fonte energetica condivisa dei compagni d’ufficio spesso in movimento. Si tratta di una idea lanciata già da altri, ma il fatto che un colosso come Duracell si lanci nel settore significa che le cose sembrano essere interessanti per aziende e consumatori.

Il sistema è costituito da un pad che connesso alla rete di correntre permette di ricaricare una serie di device appogiandoli sullo stesso, Il pad è sicuro, perché lo si può toccare con le dita senza prendere la scossa anche durante la fase di carica. se accidentalmente viene versata dell’acqua sul pad, non va in corto circuito e non ci sono pericoli. MyGrid utilizza la tecnologia a conduzione, quando un dispositivo viene posizionato sulla sua superficie la carica si avvia solo se necessario e si interrompe quando il caricamento è completo.

Leggi tutto

Geolocalizzazione, non grazie

Via NYT Internet companies have appropriated the real estate business’s mantra — it’s all about location, location, location. … Big companies and start-ups alike — including Google, Foursquare, Gowalla, Shopkick and most recently Facebook — offer services that let people report their physical location online, so they can connect with friends or receive coupons. Venture … Leggi tutto

Strumenti di difesa contro l’informazione preconfezionata

Via Ennio Martignago

Se vuoi leggere il quotidiano sul tablet hai infinite soluzioni più o meno buone: dalle trasposizioni del cartaceo alle ricomposizioni dedicate, dal gratuito al pagamento (abbonamento, consumo per numero, consumo per pezzo…).
Non credo che sia una vera innovazione e credo che i giornali debbano rimanere su carta e che il nuovo debba essere tale e non pura finzione di facciata alla moda. L’informatica si è riprodotta nella maggior parte dei casi come dei rifacimenti ancora più vecchi del modello originale. La vera innovazione è lontano dalla massa, specie se giornalisti come l’onesto per quanto simpatico Ras Letterman.
Per l’opinione comune i Social Network fanno tutti la stessa cosa, mentre, se mai dovessero esservi ancora dubbi, Twitter si è consolidato come il canale privilegiato dell’informazione, della controinformazione, ma anche della disinformazione.

Il limite è insito nei programmi per accedervi: quelli per desktop sono ancora grossolani e il web decisamente farraginoso. 140 caratteri sono pochi e leggere il link immediatamente è frequentemente impossibile o diventa spesso scomodo e lungo. La soluzione sta proprio negli iPhone, negli iPad e poi magari gli Android e i WebOS devices.

Leggi tutto