Digital divide stato dell’arte

Di   25 Giugno 2008
WP Greet Box icon
Benvenuto nel blog di Vittorio Pasteris ! Se vuoi essere aggiornato sulle ultime notizie di questo blog seguimi via Twitter o via Facebook o via Google+ o Iscriviti al feed RSS

Maurizio Boscariol su Apogeonline

Quanto è diffusa Internet in Europa e in Italia? Quali differenze esistono nel modo di utilizzarla? Quale diffusione registra un servizio come la banda larga, che fa la differenza nelle qualità e nelle modalità d’uso della Rete? Le risposte nel report annuale europeo sulla società dell’informazione

Il report annuale 2008 della Commissione europea sulla società dell’informazione contiene interessanti sintesi provenienti da altri studi svolti dall’Unione su tutti i paesi membri e ci consente di mettere a fuoco alcuni dei fattori che costituiscono eventuali elementi di esclusione per parte dei cittadini. Il 2007 è stato un anno importante per Internet in Europa, perché è stata superata la fatidica soglia del 50% (precisamente il 51%) dei cittadini “connessi”, cioè utenti che navigano in Rete con una qualche regolarità. Come dato medio europeo, questo nasconde molte differenze fra i diversi stati membri. Secondo uno studio Eurostat citato nel report, in Italia risulterebbe che circa il 34% della popolazione si connette regolarmente a Internet, con una crescita nel periodo 2005-2007 di circa il 6% .