I soldi di Soria a Ceronetti e altro ancora

Dai commenti nel post sulla Torino da bere

Credo che Soria fosse considerato un male necessario, uno scotto da pagare per portare certi giri culturali in Piemonte. Ha sempre avuto buon fiuto, ma certamente gli uomini di cultura di Torino sono altri. Pensare al potere goduto da Soria nella cultura torinese e, al contempo, alle ristrettezze in cui vive uno dei massimi scrittori italiani viventi, Guido Ceronetti e’ raccapricciante.

Per comprendere meglio i funzionamenti del Premio Grinzane Cavour e l’ego del suo gestore bastava leggere sul relativo sito la biografia del Presidente, la storia del Grinzane e la stucchevole in quanto completamente vuota, pagina dedicata agli organismi.